Mosajco

Roma |

Goldentours Sorrento

Roma

CONDIVIDI QUESTA PAGINA
Piazza San Pietro

Si effettua nei seguenti giorni :

Martedì

Prezzo per persona 78,00 €

La quota comprende:

  • Autobus GT dotato di tutti i comfort
  • Guida autorizzata.

OPERATING FROM 11 APRIL 2017 TILL 24 OCTOBER 2017 - DEPARTURE FROM SORRENTO

Roma

Pick up direttamente dal proprio albergo o dal meeting point indicato, dove, si attraversano i comuni facenti parte della penisola sorrentina e si prosegue verso la Statale 145  “Sorrentina”, da dove si può ammirare dall’alto la penisola sorrentina in tutto il suo splendore!!! Dopo circa 3 ore di viaggio si arriva finalmente a Roma, la “Città Eterna” e centro mondiale della religione cattolica. Fondata secondo la tradizione il 21 aprile del 753 a.C. da Romolo e Remo, Roma ha ricoperto un ruolo fondamentale in Italia e in Europa nel corso della sua storia quasi trimillenaria (i primi insediamenti risalirebbero al X secolo a.C.). Capitale del mondo durante l'epoca romana e punto di riferimento politico e spirituale di livello internazionale fino ai nostri giorni, Roma è sede del papato e, dopo aver subito le dominazioni di Bisanzio, è stata capitale dello Stato della Chiesa (dall'VIII secolo), del Regno d'Italia (dal 1871), ed è quindi diventata capitale della Repubblica Italiana (nel 1946). Il centro storico si presenta come il risultato del continuo sovrapporsi di testimonianze architettoniche ed urbanistiche di secoli diversi, in una compenetrazione unica e suggestiva che mostra il complesso rapporto che la città ha sempre instaurato con il proprio passato, in un alternarsi di sviluppi caotici, periodi di decadenza, rinascite e tentativi, in età contemporanea, di ammodernamento del tessuto urbano. La giornata è interamente dedicata alla visita dei più importanti siti storici : Villa Borghese, la riva del fiume Tevere, il Palazzo di Giustizia, il Castel Sant’Angelo ed il Foro Imperiale. A causa delle limitazioni del traffico imposte dal Comune di Roma tutte le zone saranno viste direttamente dall’ autobus. Villa Borghese è un grande parco che comprende sistemazioni a verde di diverso tipo, dal giardino all'italiana alle ampie aree di stile inglese, edifici, piccoli fabbricati, fontane e laghetti. Il grande parco contiene diversi edifici ed ha 9 ingressi: tra i più frequentati quello di Porta Pinciana, quello dalla scalinata di Trinità dei Monti, quello dalle rampe del Pincio a piazza del Popolo e l'ingresso monumentale di Piazzale Flaminio. Il "giardino del Pincio" (corrispondente al colle Pincio), nella parte sud del parco, offre un noto panorama su Roma. L'edificio della villa ("Villa Borghese Pinciana"), oggi sede della Galleria Borghese, fu costruita dall'architetto Flaminio Ponzio, che sviluppò gli schizzi di Scipione Borghese. Alla morte di Ponzio, i lavori furono terminati dal fiammingo Giovanni Vasanzio. L'edificio fu destinato da Camillo Borghese a contenere le sculture di Bernini, tra cui il David e Apollo e Dafne, e di Antonio Canova (Paolina Borghese) nonché le pitture di Tiziano, Raffaello e del Caravaggio. Il Castel Sant'Angelo (o Mole Adriana o "Castellum Crescentii" nel X-XII sec.), detto anche Mausoleo di Adriano, è un monumento romano, radicalmente modificato più volte in epoca medioevale e rinascimentale situato sulla sponda destra del Tevere, di fronte al ponte Sant'Angelo a poca distanza del Vaticano, nel rione di Borgo. Iniziato dall'imperatore Adriano nel 125 quale suo mausoleo funebre, ispirandosi all'ormai completo mausoleo di Augusto, fu ultimato da Antonino Pio nel 139. Venne costruito di fronte al Campo Marzio al quale fu unito da un ponte appositamente costruito, il Ponte Elio. Il mausoleo era composto da una base cubica, rivestita in marmo lunense, avente un fregio decorativo a teste di buoi (Bucrani) e lesene angolari. Nel fregio prospiciente il fiume si leggevano i nomi degli imperatori sepolti all'interno. Sempre su questo lato si presentava l'arco d'ingresso intitolato ad Adriano, il dromos (passaggio d'accesso) era interamente rivestito di marmo giallo antico. Al di sopra del cubo di base era posato un tamburo realizzato in peperino e in opera cementizia (opus caementicium) tutto rivestito di travertino e lesene scanalate. Al di sopra di esso vi era un tumulo di terra alberato circondato da statue marmoree (ce ne restano frammenti). Attorno al mausoleo correva un muro di cinta con cancellata in bronzo decorata da pavoni, due di essi sono conservati al Vaticano. All'interno pozzi di luce illuminavano la scala elicoidale in laterizio rivestita in marmo che collegava il dromos alla cella posta al centro del tumulo. Quest'ultima, quadrata ed interamente rivestita di marmi policromi ed era sormontata da altre due sale, forse anche esse utilizzate come celle sepolcrali. Il Mausoleo ospitò i resti dell'imperatore Adriano e di sua moglie Sabina, dell'imperatore Antonino Pio, di sua moglie Faustina e di tre dei loro figli, di Lucio Elio Cesare, di Commodo, dell'imperatore Marco Aurelio e di altri tre dei suoi figli, dell'imperatore Settimio Severo, di sua moglie Giulia Domna e dei loro figli e imperatori Geta e Caracalla.Il castello ha preso il suo nome attuale nel 590. Quell’anno Roma era afflitta da una grave pestilenza, per allontanare la quale venne organizzata una solenne processione penitenziale cui partecipò lo stesso papa Papa Gregorio I. Quando la processione giunse in prossimità della Mole Adriana, il papa ebbe la visione dell'arcangelo Michele che rinfoderava la sua spada. La visione venne interpretata come un segno celeste preannunciante l’imminente fine dell’epidemia, cosa che effettivamente avvenne. Da allora i romani cominciarono a chiamare Castel S. Angelo la Mole Adriana e a ricordo del prodigio nel XIII secolo posero sullo spalto più alto del Castello un angelo in atto di rinfoderare la spada. Ancora oggi nel Museo Capitolino è conservata una pietra circolare con impronte dei piedi che secondo la tradizione sarebbero quelli lasciate dall’Arcangelo quando si fermò per annunziare la fine della peste. Piazza San Pietro è la piazza antistante la Basilica di San Pietro. Inserita a margine del centro storico di Roma, la piazza si trova nella Città del Vaticano; confina ad est con il rione Borgo ed è raggiungibile dal territorio della Repubblica Italiana da via di Porta Angelica o da via della Conciliazione. La celeberrima piazza, notevole esempio di architettura ed urbanista barocca, è dedicata all'omonimo santo ed è luogo di pellegrinaggio quotidiano per migliaia di fedeli cattolici provenienti da tutto il mondo. Essa è la piazza più vicina, in un certo senso, al cuore del cattolicesimo; inoltre, il grande colonnato ovale è sempre stato considerato la figura di due grandi braccia che avvolgono maternamente i fedeli. Data la sempre maggiore affluenza, la piazza è diventata (almeno nella bella stagione) la sede abituale di grandi cerimonie liturgiche presiedute dal papa, come le canonizzazioni, il corteo di insediamento dei pontefici neo-eletti, ma anche le esequie del papa, come avvenne nel 2005 per Giovanni Paolo II, di fronte ad una numerosa folla. È diventato abituale l'appuntamento dell'Angelus Domini, la domenica alle 12.00, quando il papa si affaccia dalla finestra del suo studio, saluta la folla radunata, fa un breve discorso, recita la preghiera dell'Angelus ed impartisce la benedizione. La piazza fa parte del territorio vaticano, ma è affidata alla pubblica sicurezza dello Stato Italiano. Essendo un palcoscenico d'immenso prestigio mondiale, per evitarne la perenne occupazione abusiva, in essa sono proibite tutte le manifestazioni pubbliche diverse da quelle religiose. Durante la seconda guerra mondiale, i soldati tedeschi occupanti Roma ne presidiavano il perimetro, senza potervi entrare. Il 13 maggio 1981, durante un'udienza pubblica, il papa Giovanni Paolo II fu colpito dalla pistola di un attentatore, che fu arrestato dalla polizia italiana. A Piazza San Pietro la guida lascerà del tempo libero per uno spuntino ed eventualmente  per comperare dei souvenirs religiosi. Si prosegue per la visita del Colosseo, forse il monumento più conosciuto nel mondo. Il Colosseo, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio o semplicemente come Amphitheatrum, è il più famoso anfiteatro romano, ed è situato nel centro della città di Roma. In grado di contenere fino a 50.000 spettatori, è il più grande e importante anfiteatro romano, nonché il più imponente monumento della Roma antica che sia giunto fino a noi. L'anfiteatro fu edificato su un'area al limite orientale del Foro Romano. La sua costruzione fu iniziata da Vespasiano nel 72 d.C. e fu inaugurato da Tito nell'80 d.C., con ulteriori modifiche apportate durante il regno di Domiziano. Non più in uso dopo il VI secolo, l'enorme struttura venne variamente riutilizzata nei secoli, anche come cava di materiale. Il nome "Colosseo", che deriva dalla vicina statua del Colosso del Dio Sole (adattamento del Colosso di Nerone), si diffuse solo nel medioevo. Ben presto l'edificio divenne simbolo della città imperiale, espressione di un'ideologia in cui la volontà celebrativa giunge a definire modelli per lo svago del popolo. Oggi è un simbolo della città e una delle sue maggiori attrazioni turistiche. Era usato per gli spettacoli gladiatòri e altre manifestazioni pubbliche (spettacoli di caccia, rievocazioni di battaglie famose, e drammi basati sulla mitologia classica). Esprime con chiarezza le concezioni architettoniche e costruttive romane della prima Età imperiale, basate rispettivamente sulla linea curva e avvolgente offerta dalla pianta ellittica e sulla complessità dei sistemi costruttivi. Archi e volte sono concatenati tra loro in un serrato rapporto strutturale. L'edificio forma un'ellisse di 527 m di circonferenza, con assi che misurano 187,5 m per 156,5 m. L'arena all'interno misura 86 m per 54 m, con una superficie di 3.357 m². L'altezza attuale raggiunge i 48,5 m, ma originariamente arrivava ai 52 m. Il Colosseo, come tutto il centro storico di Roma, è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell'umanità dall'UNESCO nel 1980. Nel 2007 il complesso è stato anche inserito fra le Sette meraviglie del mondo moderno nell'ambito di un controverso concorso. Il rientro a Sorrento è previsto per le ore 23.00 circa.
Si ricorda che per le visite alle chiese sono assolutamente vietati pantaloncini corti e spalle coperte.

Prenota Escursione

Per prenotare la tua escursione utilizza questo form. Riempi i campi obbligatori e specifica la tua richiesta, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori

Nome*
Cognome*
Telefono*
Email*
Data Escursionee*
Numero adulti*
Numero bambini ( 3 - 12)*
Escursione:*
Numero infant ( 0 -2 )*
Nome Hotel o B&B *
Richiedi maggiori dettagli
Se desideri iscriverti anche alla nostra newsletter indicaci le tue preferenze:

Escursioni Giornaliere
Capri & Anacapri

Visita una delle isole più famose al mondo. continua

Scoprire Capri con barca

Trascorri una giornata meravigliosa in barca alla scoperta di Capri.  ... continua

Capri & Sorrento Easy Going

Trascorri una giornata meravigliosa in barca alla scoperta di Capri.  ... continua

Amalfi drive

Visita la bellezza incomparabile della Costiera Amalfitana, che ha incantan... continua

Amalfi Drive Select

Visit the incomparable beauty of the Amalfi Coast, which has enchanted trav... continua

Positano e Amalfi con barca.

Departure to Amalfi following the Sorrento peninsula and Amalfi coast. continua

Pompei & Vesuvio

Visita in una giornata gli scavi di Pompei e il Vesuvio. continua

Pompei & Ercolano

Visita Pompei "la città sepolta " ed Ercolano ei suoi tesori. continua

Pompei Ercolano Select

Visit Pompeii "buried city" and Herculaneum and its treasures. continua

Pompei Mezza Giornata

Visita l'area archeologica dell'epoca romana tra le più importanti a... continua

Escursioni Giornaliere
Scoprire Capri con barca
Scoprire Capri con barca

Trascorri una giornata meravigliosa in barca alla scoperta di Capri.  

Continua »

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI

Justweb srl - Web agency - Piano di Sorrento GOLDENTOURS INTERNATIONAL Sede operativa: Via Degli Aranci 25/b - 80067 - Sorrento (NA) - Italy P.IVA 0125 086 12 16
Tel.: +39 081 878 10 42 - Fax: +39 081 807 17 45 - E-mail: luigi@goldentours.it

Powered by Mosajco CMS